Quelle che vedete di seguito sono due ricette differenti: in realtà l’accostamento è identico.
Se quando tagliate il radicchio, o in questo caso la belga (che è sempre della famiglia dei radicchi) arrivate in fondo e vi rimane la base del cespo, fate quest’esperimento: tagliate a piccoli pezzi e assaggiate. Provate a pensare a cosa vi fa venire in mente. Amaro e metallico sono le prime due sensazioni. Non vi ricorda il carciofo?!
Ecco fatto avete trovato una corrispondenza tra i radicchi e i carciofi.

Il passaggio successivo sarà cercare in quali ricette sostituirli. Siamo in un momento dell’anno in cui le verdure invernali (come i radicchi) sono passate e ci sono quelle primaverili. Tutto ciò che funzionava con i radicchi quindi potrete cucinarlo con i carciofi.

Qui sotto un esempio: gamberi con belga che possono diventare gamberi con carciofi (il cioccolato potrete metterlo anche coi carciofi, perché sono tutte anici, ma questo è un’altro discorso…). In più se utilizzate il metodo Sunday Cooking for a Week potrete cucinare i carciofi prima e utilizzarli in pochi minuti durante tutta la settimana.

Ogni volta che vi capita di assaggiare qualcosa che assomiglia a qualcosa d’altro, applicate la proprietà transitiva in cucina e creerete dei piatti nuovi. Un accostamento, al di là delle stagioni, è per sempre e potrà essere la via per creare in cucina.

SCOPRI LE OFFERTE DELLA NOSTRA SCUOLA DI CUCINA A MILANO

lezioni di cucina milano laboratorio cingoli